Come sostituire il grano

Globalmente, il grano è la terza coltura più grande del mondo dopo il grano e il riso, ed è stato considerato un alimento di base per quanto tempo abbiamo registrato la storia. C’è un’abbondanza di grani da scegliere quando si sostituisce il grano nella vostra dieta, soprattutto se si sostituisce solo il grano e non sono interessati al glutine che si trova in frumento, segale, orzo e alcuni avena. Sostituire il grano è un compito gestibile se si è impegnati ad evitare alcuni alimenti e ad aprire a cercare nuove alternative.

Sostituire grano e cereali che contengono grano come semola, bulgur e couscous con altri cereali che non sono come riso, miglio e quinoa. La semola viene dal cappotto esterno dell’orecchio di grano ed è utilizzata in molte pastas e per fare couscous. Bulgur è il grano che è stato imbevuto, cotto, secco e rotto. La maggior parte di tutti i prodotti che vengono prodotti con frumento come il pane, la pasta, le tortillas e la farina sono ora disponibili senza frumento. Per esempio, la farina di riso è sul mercato e così è il pane fatto con altri cereali come il miglio.

Sostituire il grano scegliendo interi alimenti piuttosto che alimenti trasformati. Il grano può essere trovato in molti prodotti oltre a pane e pasta. Molti alimenti trasformati contengono aromi naturali e artificiali e amido alimentare modificato, che può contenere ingredienti derivati ​​da frumento. Ad esempio, piuttosto che preparare le purè di patate da una scatola, far bollire le patate, farli stare da soli, raccogliere e godere. Questo processo garantisce che non ingerite il grano nascosto in molti alimenti trasformati.

Sostituire birra e lager con liquori e vino. Piccole quantità di grano possono essere in birra e lager anche se alcuni credono che il grano viene rimosso durante il processo di preparazione. Gli spiriti sono anche fatti con il frumento, anche se viene rimosso durante la distillazione – e il vino è tradizionalmente fatto con uva, quindi queste bevande sono prive di frumento.

Cercare etichette senza frumento sui pacchetti di cibo. Se un prodotto è senza glutine, è anche privo di frumento, ma se un prodotto è elencato come privo di frumento non significa che sia privo di glutine. Ad esempio, le farine d’orzo e di segale possono essere prive di frumento, ma non senza glutine.